Milano: città leader nel real estate europeo
  • mercoledì 29 maggio 2019

Milano: città leader nel real estate europeo

Milano è una città in continua evoluzione. In occasione dell’evento di Expo, numerose zone sono state riqualificate e portate a nuova vita. Milano si è dimostrata una delle città più ambiziose in Europa per quanto riguarda gli investimenti e le innovazioni in ambito immobiliare. Tra le zone riqualificate ormai più in voga tra il pubblico più giovane troviamo il quartiere di Isola e i Navigli.

Locali, movimento e grandi opportunità.   Queste zone, tempo fa considerate “periferiche”, hanno cambiato totalmente la loro immagine trasformandosi in punti centrali e fondamentali per il pubblico di Milano. Grazie a questi miglioramenti, negli ultimi anni il mondo del real estate milanese ha visto una crescita esponenziale di quelle che sono le richieste da parte del grande pubblico che desidera vivere le opportunità del capoluogo lombardo. I lavori di riqualificazione hanno permesso la rinascita di numerose zone che attualmente risulta essere molto richieste dai potenziali acquirenti.

 

Il real estate milanese sempre in forte sviluppo: i prezzi

Nel 2018 si è registrata ancora una volta una crescita continua, iniziata nel 2015 in seguito a una profonda crisi che aveva colpito il settore del real estate. I quartieri centrali di Milano sono sempre i più richiesti da parte di coloro che desiderano vivere i confort della città. Lo scorso anno i prezzi medi delle zone come Duomo e il Quadrilatero della moda erano di circa 9.000 euro al metro quadrato. Se ci spostiamo verso l’esterno, le zone semicentrali hanno registrato vendite con prezzi di circa 5.000 euro al metro quadro.  

Mentre le zone periferiche hanno concluso vendite per circa 3.000 euro al metro quadrato. Questi numeri ci fanno avere fiducia nella città di Milano che ogni anno registra notevoli miglioramenti e sempre più stabilità anche se a velocità variabile.

 

Milano non si ferma e guarda al futuro

I progetti futuri sono propensi a investire in tutte quelle zone meno centrali inserendo servizi, maggiori trasporti, offerte culturali e edifici di alta qualità accessibili al grande pubblico. Non solo immobiliare residenziale ma anche commerciali e funzioni i interesse sociale quali campus, centri sportivi e ospedali.  

Nei prossimi anni ci si occuperà inoltre della riqualificazione degli ex scali ferroviari abbandonati che verranno adibiti a quartieri direzionali e residenziali. La città di Milano ha quindi intenzione di centralizzare anche le zone periferiche facendole diventare protagoniste di nuovi progetti.

  • Tags:

Lascia un Commento

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy