Milano del futuro: progetti area Expo
  • mercoledì 5 giugno 2019

Milano del futuro: progetti area Expo

L’evento di Expo è stato in grado di dare nuova vita alla città di Milano, facendo sentire nuovamente desiderata dai turisti. Infatti, proprio in onore di questa importante occasione, numerose zone del capoluogo lombardo hanno visto una drastica riqualificazione che ha fatto emergere la vera bellezza di Milano e la sua essenza internazionale. I lavori di riqualificazione stanno andando avanti anche dopo la fine dell’evento. Alcuni dei progetti più innovativi presso la città di Milano verranno realizzati proprio nell’Area Expo che diventerà MIND, ovvero Milano Innovation District, una piccola città autosufficiente all’interno di Milano. Questo nuovo distretto sarà sede di innovazione, scienza e sapere con il fine di promuovere la ricerca scientifica, medica, farmaceutica e delle life sciences. Non solo: MIND avrà spazi ricreativi, culturali sportivi, residenziali e terziari. Il progetto inoltre prevede una mobilità tutta nuova rispetto a quella a cui siamo abituati: per muoversi all’interno di questo spazio innovativo si utilizzeranno delle vetture elettriche con guida autonoma. Anche l’approvvigionamento energetico sarà tutto nuovo: l’energia sarà infatti disponibile grazie alla creazione di un centro tecnologico dedicato. Inoltre MIND ha l’importante obiettivo di attirare investimento per generare ritorni economici nel nostro territorio. Questo sarà un vero e proprio paradiso per gli innovatori e gli scienziati. Vediamo più nel dettaglio i progetti previsti per la Milano del futuro.

Il nuovo Galeazzi

Come tutto il distretto, anche le costruzioni all’interno saranno sinonimo di innovazione e rispetto per l’ambiente. Una delle principali realtà all’interno di MIND sarà il nuovo Galeazzi, un’ospedale di ben 90 metri con una superficie complessiva di 150.000mq. Questo sarà uno degli ospedali più alti e innovativi in Europa e nel mondo. La sua peculiarità sarà l’utilizzo di materiali ecocompatibile e di energie rinnovabili unite all’impegno nella riduzione delle emissioni.

Lo Human Technopole nell’ex Palazzo Italia

Lo Human Technopole sarà un centro tutto nuovo dedicato alla ricerca biomedica, la genomica e per il futuro della medicina.  Come sede principale verrà utilizzato il famoso simbolo di Expo 2015: l’ex Palazzo Italia. Verranno poi realizzati altri due edifici: uno ospiterà uffici e laboratori, mentre l’altro sarà la sede del datacenter con i supercomputer.

L’Università Statale

L’Università Statale ha in programma di trasferire le facoltà scientifiche da Città Studi presso la nuova area Expo, realizzando un nuovo campus di oltre 150 mila mq: il Science for Citizens. La nuova sede sarà un campus universitario aperto che, dal punto di vista architettonico, rende omaggio alla storica sede di Ca’ Granda. Al suo interno infatti troviamo una grande piazza, intorno alla quale sono collocati cinque chiostri. Inoltre ci sarà la presenza di giardini botanici, serre sperimentali e campi sportivi.

Ricerca e innovazione

All’interno troveremo, oltre alle principali strutture sopraelencate, alcune aziende inserite nel mondo della ricerca e un “Lab-Hub” per l’Innovazione Sociale e lo Sviluppo Sostenibile della Fondazione Triulza.

Il verde è parte fondamentale del progetto

Il rispetto per la natura e per l’ambiente è tutto. MIND vuole mettere questo pensiero al centro dei suoi progetti inserendo nella sua realtà ben cinque parchi verdi. Ogni parco avrà una tematica specifica: troveremo il Parco della Salute, il Parco del Cibo, l’Orto botanico e il Parco Lineare. Oltre ai grandi parchi a tema, troveremo del verde perfettamente inserito tra i palazzi e gli edifici inseriti presso MIND. I lavori dovrebbero concludersi entro i prossimi cinque anni.
  • Tags:

Lascia un Commento

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy